Lezioni D’arte – Il mondo immaginario di Hieronymus Bosch

5 giugno 2016 AntArtIco 0

La stessa sensazione che si prova mentre si osserva un’opera di Hieronymus Bosch (s-Hertogenbosch, 2 ottobre 1453 – ‘s-Hertogenbosch, 9 agosto 1516), pittore fiammingo vissuto fra la seconda metà del ‘400 e la prima metà del ‘500, artista eccentrico ed autore di opere dal carattere grottesco, spesso satirico, cariche di simboliche allusioni. Nelle sue opera non trascura nulla e guarda attentamente alla realtà che lo circonda, ci racconta della società fiamminga in tutte le varie sfaccettature; questa quotidianità, nelle opere si trasforma in maniera al quanto divertente.

Il Trittico della Madonna in trono di Memling

27 febbraio 2016 AntArtIco 0

di Domenico Ble

Memling è uno dei massimi esponenti della pittura europea del ‘400, molto apprezzato nell suo tempo e dopo nei secoli a venire, perché nelle sue opere é riuscito ad interpretare quella celestialità, raccontata nelle sacre scritture, attraverso l’accurata precisione pittorica.

Due ritratti a confronto

27 novembre 2015 AntArtIco 0

di Domenico Ble
Due grandi pittori e due ritratti a confronto, da un lato l’italiano Antonello da Messina (1429/30 – 1474), dall’altro il fiammingo Hans Memling (1435/40 – 1494), due pittori così lontani geograficamente ma contemporaneamente vicini.

Francesco in una pittura fiamminga

15 ottobre 2015 AntArtIco 0

di Domenico Ble. In ambiente aspro e roccioso, differente solo a centro nello sfondo dove si intravede una città con alle spalle delle montagne, inserisce l’episodio mistico del santo.

Il seminatore uscì a seminare

13 ottobre 2015 AntArtIco 0

di Domenico Ble. Il pittore fiammingo Pieter Bruegel il Vecchio interpreta graficamente questo passo evangelico, all’impatto l’occhio dell’osservatore rimane subito affascinato dal paesaggio montano e marittimo posto in profondità, lo scorcio è significativo anche grazie prospettiva aerea che Bruegel utilizza