Medardo Rosso e l’inconscio impressionista

24 luglio 2016 AntArtIco 0

L’arte è libera, l’opera stessa è il risultato di questo spirito libero, Medardo Rosso (Torino, 20 o 21 giugno 1858 – Milano, 31 marzo 1928) è l’esempio tangibile. Medardo è uno scultore, non si chiude nella provincia, ma si apre al panorama internazionale, forse il tassello principale della sua vena artistica è il confronto con l’ambiente francese.

L’assenzio di Edgar Degas

1 marzo 2016 AntArtIco 0

di Domenico Ble

La città che si muove, il borghese nei caffè discute di affari, c’è chi legge il giornale, chi sorseggia qualcosa, questo per gli Impressionisti è il top. Provate ad immaginare Edgar Degas li col cavalletto a cercare lo stimolo in qualcosa, tutto lo attrae, ma non basta, ma in un angolino, quasi un’enclave dentro il caos, c’è un po’ di solitudine e il pittore non lo lascia sfuggire.