Crea sito

La forza dell’amore in Marc Chagall

Chagall vive il suo grande amore con Bella, sua moglie, lo sente tanto da metterlo su tela. Vi parlo dell’opera intitolata “La passeggiata“, un olio su tela realizzato intorno al 1917-1918 e con servato a San Pietroburgo presso il Museo di Stato Russo.

La campagna di Vitebsk fa da cornice ai due innamorati che uniti nell’amore passeggiano decidendo di godersi la natura. Chagall è al centro, veste in maniera elegante (abito nero e camicia bianca) e tiene in nella mano destra un uccello, con la mano di sinistra stringe la mano di Bella. La donna è in volo, distesa nel cielo, solo la mano del marito la tiene sospesa in aria. Una posa molto inusuale, fantasiosa. In basso a sinistra, poggiata per terra, troviamo una tovaglia fiorata, con sopra un fiasco di vino e un bicchiere. Tutto intorno il paesaggio verde campestre e in secondo piano lo scorcio della città, reso anche attraverso varie tonalità di verde

Il vero messaggio nascosto in quest’opera di Chagall è la grandezza dell’amore, perché quando si è innamorati si ha tutto e si è felici: Chagall sorride, Bella lo guarda e ha fiducia nel sentimento corrisposto. Ma qualcos’altro viene fuori proprio dalla posa con cui i due innamorati son raffigurati, ovvero l’amore è quel sentimento che porta al di là del rapporto naturale, che ci porta a volare col cuore.

Stilisticamente in quest’opera si avverte l’influenza cubista, difatti il panorama campestre, la città, non sono altro che l’insieme di piani scomposti, inoltre il colore aiuta a differenziarli dando maggiore chiarezza al contenuto in generale, anche le due figure umane, oltre che nel panorama, si avverte un po’ di sintetismo, questo Chagall sceglie di mettere in risalto il sentimento dell’amore, il significato interiore dell’opera.

error: Content is protected !!