Crea sito

L’Assunta di Tiziano

L’Assunta di Tiziano suscita grande meraviglia ancora oggi, questo capolavoro pittorico venne mostrato al pubblico per la prima volta nel 1518 ed è conservato a Venezia nella Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari.

Un senso ascensionale caratterizza l’opera, tale particolare è sottolineato dalla Vergine Maria, raffigurata al centro al di sopra delle nuvole e accerchiata da una moltitudine di angeli. In alto Dio Padre, circondato dalla luce dorata, con le braccia aperte attende la Vergine Maria. In basso gli apostoli, in uno stato di agitazione, osservano l’evento miracoloso. In secondo piano lo sfondo varia, in basso al di sotto delle nubi, si scorge il grigio del cielo, mentre al di sopra ritroviamo il dorato, questo particolare ci aiuta a capire la differenza fra la sfera terrena e quella celeste divina.

Tre registri, disposti in maniera ascensionale, costituiscono l’opera. Ma c’è ancora dell’altro perché Tiziano nella realizzazione guarda ai grandi del suo tempo come Michelangelo e Raffaello, questo è provato dalle figure di grandi dimensioni e di impostazione classica, ma anche dal colore ben collocato; dunque un ulteriore grazia è data da questi particolari che legano i personaggi e la scena ad un forte realismo. Tiziano conosce questi due celebri contemporanei solo in maniera indiretta.

error: Content is protected !!