Coppia al Père Lathuille di Edouard Manet

L’amore è un sentimento nobile quanto bello, due innamorati lo vivono con grande intensità tanto da emanarlo, questo pensiero mi è subito saltato in mente, mentre osservavo l’opera di Edouard Manet intitolata Coppia al Père Lathuille

In primo piano una giovane coppia è seduta al tavolo, entrambi, forse innamorati, dialogano. L’uomo dalla postura comoda, non si lascia sfuggire il momento, mentre parla guarda negli occhi la giovane donna e poggia il braccio sinistro sullo schienale della sedia su cui è seduta.  La donna dritta ed elegante nella postura, poggia le braccia sul tavolo, forse il momento la emoziona, ma nonostante ciò anche lei rivolge lo sguardo verso l’uomo.

Edouard Manet, Coppia al Père Lathuille, 1879, Tournai, Musée de Beaux-Arts

In secondo piano nello sfondo troviamo il luogo in cui è ambienta la scena: il Père Lathuille era un noto ristorante parigino, spesso frequentato dallo stesso Manet. Sempre in secondo piano a destra un cameriere guarda la giovane coppia, a sinistra invece al di la della siepe, all’interno del locale, un altro cameriere è indaffarato nelle faccende lavorative.

Anche qui Manet con attraverso la pennellata veloce oltre a cogliere il senso cromatico, coglie l’attimo importante della giovane coppia seduta al tavolo. Ma osserviamo bene, il giovane uomo corteggia una ricca signora molto più grande di lui, forse Manet sarà ispirato ad un episodio molto chiacchierato a quei tempi, ovvero al flirt fra lo scrittoreBonnetain e Marie Colombiere (1). Da buon impressionista Manet non solo riportava quanto il suo occhio percepiva in quel preciso istante, ma anche le tematiche non si estraniavano dalla realtà a lui circostante.

Fonti

(1) cit. L’età dell’Impressionismo in La storia dell’arte, La Biblioteca di Repubblica, Vol. XV, Electa Milano, 2006, p. 242.