Crea sito

Mese: maggio 2016

Lezioni d’arte: L’enigma di Max Ernst

L’opera intitolata La vestizione della sposa, un olio su tela realizzato intorno al 1940 ed il 1941, oggi conservato a Venezia presso la Collezione Peggy Guggenheim, ci racconta da vicino il pittore e ci introduce nella sua vocazione pittorica surrealista. Continua

Lezioni d’Arte – Silvestro Lega e la società post-unitaria

Le opere d’arte hanno un potere quasi magico: sono delle finestre aperte sulla storia, spesso fondamentali per conoscere gli usi ed i costumi del passato oltre alle fonti scritte. Nella seconda metà dell’800 l’Italia è nell’occhio del ciclone: uno dei più bei periodi della storia nazionale è alle porte, siamo negli anni del Risorgimento e Continua

La Danza di Jean-Baptiste Carpeaux

Siamo negli anni della Francia di Napoleone III e Parigi cambia volto, l’imperatore vuole fare della capitale un museo a cielo aperto, le gradi opere architettoniche fanno spazio alla scultura; c’è la piena volontà di investire nella decorazione di opere celebrative, le quali, anche se in maniera leggera, oltre alla bellezza artistica trasmettono il puro Continua

La Pentecoste in una miniatura

Tiriamo subito in ballo i Fratelli Limbourg, abili miniatori olandesi vissuti fra la fine del XIV e la prima metà del XV secolo. Nel loro celebre capolavoro, ovvero il codice miniato meglio conosciuto come Très Riches Heures du Duc de Berry, risalente al primo decennio del ‘400, troviamo raffigurato l’episodio sacro della Pentecoste. Continua

Lezioni d’Arte – La Die Brücke, filtro dell’interiorità

Questa storia ha origine nella Germania Imperiale di Guglielmo II ed è la storia di individui aperti al confronto artistico, alla maturazione, alla conoscenza, nel giugno del 1905 a Dresda nasce l’avanguardia tedesca, che tutti conosciamo come Die Brücke. Continua

Lezioni d’Arte – Gli incubi raccontati da Füssli

L’essere umano in sé nasconde due sfere: da una parte quella luminosa che ben conosciamo e che piace raccontare, la quale si manifesta nei rapporti interpersonali, e dall’altra c’è la sfera più oscura, quella nascosta e che non sempre si manifesta agli occhi nostri e altrui, la quale sfuggendo al nostro intelletto, riesce a nascondersi bene, ma non Continua