Crea sito

Cèzanne, le Grandi Bagnanti e il nuovo corso

Nel perido post impressionista diversi pittori iniziano a sperimentare nuovi linguaggi e soluzioni artistiche, Paul Cezanne è una delle colonne portanti della nuova figurazione, ancor di pù, il linguaggio cezaniano servirà come base all’esperienza cubista.

Roger Fry dice:

<<..Gli artisti più sofferenti ai limiti imposti dall’approccio alla natura degli impressionisti hanno spontaneamente guardato alla figura misterio e isolata di Cezanne quale liberatore…>>

Le Grandi bagnanti, non è solo la celebre opera del pittore francese, ma fonte d’ispirazione per generazioni di futuri pittori. L’opera risale al 1906, è un olio su tela di grandi dimensioni, oggi è conservata presso il Museum of Art di Philadelphia.

Le grandi Bagnanti, olio su tela, 208x251cm, 1906, Museum of Art, Philadelphia.

In primo piano delle giovani donne nude, alcune hanno appena finito di fare il bagno, altre si immergono, mentre asciugano il corpo, dialogano, c’è chi invece coglie il momento per rilassarsi. Intorno, a destra e sinistra due grandi alberi, incorniciano le figure. In secondo piano il ruscello, in profondità l’altra riva, in lontananza si intravede un paesaggio urbano. Sembrerebbe fuori luogo questo tema, questa peculiarità tematica, protremmo dire, è presente nel repertorio di epoca classica, anche Renoir prende e porta su tela questo tema.

Dall’opera di Cezanne salta subito fuori, ponendosi ai nostri occhi, la volumetria dei corpi, le donne hanno un grande aspetto, questa particolarità è accompagnata dal senso geometrico, non c’è più la definizione muscolare, ma un sintetismo; la linea di contorno segna i corpi, li racchiude. Stesso discorso vale per l’ambientazione, i due alberi sembrano dei solidi geometrici, tutto è così spigoloso; il colore, steso in più soluzioni, riempie le forme, rendendole in un certo senso composte.

Paul Cezanne ama questo tema e lo riproduce diverse volte, esempio le Tre Bagnanti del 1875 o le Les grandes baigneuses realizzata fra 1894 e il 1905, oggi conservata al National Gallery di Londra.

Le tre bagnanti
Les grandes baigneuses
error: Content is protected !!