Crea sito

Scatti dalla Belle Epoque

di Domenico Ble

Nella caotica Parigi di fine ‘800 i volti dell’arte sono tanti un’esplosione di arte colpisce i viottoli di della capitale francese, dei veri macigni sono i pittori Impressionisti è chiaro che con loro la pittura viene rivoluzionata la tecnica ed i soggetti, ma ancor prima di giungere alla gloria dei grandi saloni i tanto odiati Impressionisti dove trovano spazio? Sicuramente lo avremo sentito e nominato ogni volta ma certamente non sempre diamo il gisuto peso, dunque il primo spazio espositivo utilizzato dagli Impressionisti fu lo studio fotografo Gaspard-Félix Tournachon meglio conosciuto con lo pseudonimo di Nadar.

Ritratto di Nadar

Fu proprio il fotografo parigino nel 1874 ad ospitare nel suo studio parigino la prima mostra collettiva dei pittori Impressionisti, nonostate il disprezzo e lo scalpore della borghesia nei riguardi della nuova pittura egli scelse di contribuire al successo del sodalizio pittorico, ad esporre furono Monet, Degas, Sisley, Renoir, Cèzanne, Manet, questo evento artistico suonò come risposta al Salon che li aveva rifiutati con disprezzo.

Studio fotografico di Nadar, luogo dove nel 1874 gli Impressionisti tennero la prima mostra collettiva

Ma oltre alla primavera impressionista Nadar passa alla storia come uno dei pionieri della fotografia, i suoi primi scatti risalgono al 1853 ed inoltre fu uno sperimentatore nel’uso del flash al magnesio nella fotografia, per la sua fotografia dai toni vellutati ed espressivi prese l’appellativo di “Tiziano della fotografia”, egli nei riguardi della sua arte si esprimeva dicendo <<…Non esiste la fotografia artistica. Nella fotografia esistono, come in tutte le cose, delle persone che sanno vedere e altre che non sanno nemmeno guardare..>>

Baudelaire
Baudelaire

Nadar visse pienamente le vicissitudini della belle epoque parigina, sicuramente sarà stato un assiduo frequentatore del Caffè Guerbois e un conoscitore di tutti i grandi nomi del panorama artistico/letterale della Parigi di fine ‘800, fra i suoi più celebri clienti spicca il nome di Baudelaire, Bakunin, Delacroix, Dorè, Hugo. Se oggi conosciamo con chiarezza i volti noti della belle epoque parigina è grazie a Nadar ed ai suoi eterni scatti.

Monet
Monet
error: Content is protected !!