Crea sito

Sentire il delirio della guerra

di Vincenzo Corrado

La gente irruppe
sul tuo corpo umano
ne divorò la carne
e sputò le ossa

Cosa ne rimase
se non
il delirio dei tuoi anni?

Salvador Dalì, Morbida costruzione con fagioli bolliti: premonizione di guerra civile, 1936, Reina Sofia, Madrid
Salvador Dalì, Morbida costruzione con fagioli bolliti: premonizione di guerra civile, 1936, Reina Sofia, Madrid

di Domenico Ble

L’opera è intitolata Morbida costruzione con fagioli bolliti: premonizione di guerra civile fu realizzata dal pittore surrealista Salvador Dalì nel 1936;
in un’ambientazione campestre e desolata trova posto l’imponente creatura, soggetto principale dell’opera, questa è formata dall’insieme di diverse membra umane, le quali costituiscono una costruzione inusuale, alta, predominante sulla scena, ma ben costruita architettonicamente. Collega, quasi armoniosamente il tutto, il preannunciato senso di tragedia.
L’opera è il preludio alla Guerra Civile Spagnola (1936/1939), pagina sanguinosa e straziante della storia spagnola, Salvador Dalì nei riguardi dell’opera disse:

<<…Nel quadro raffigurai un enorme corpo umano che irrompeva all’esterno con delle mostruose escrescenze di braccia e di gambe che si laceravano in un delirio di autostrangolamento. Come sfondo per questa architettura di carne delirante divorata da un cataclisma narcisistico e biologico, dipinsi un paesaggio geologico che era stato inutilmente rivoluzionato per migliaia di anni e congelato nel suo “corso normale”. Abbellii la morbida struttura di questa grande massa di carne nella guerra civile con alcuni fagioli bolliti…>>

error: Content is protected !!