Crea sito

La vera ricchezza dei Gonzaga

Secondi solo al Papa e ai Medici Signori di Firenze, i Gonzaga furono grandi mecenati e collezionisti di opere ed oggetti d’arte. Amavano mettersi in bella mostra e spesso le loro residenze divenivano dei veri musei, è una famiglia principesca, la storia li ricorda come i celebri Duchi di Mantova, ma contemporaneamente erano possessori di diversi territori come, il Ducato di Guastalla e il Ducato di Sabbioneta.
Ebbero un peso importante nella politica europea, rapporti di “convenienza matrimoniale” unì la famiglia ai regnanti di Spagna e Francia.

Camera_picta,_la_corte_02

Vollero esaltare la regalità e maestosità della famiglia attraverso la commissione di opere d’arti, realizzate da artisti che il duca stesso voleva con se a corte, la presenza di gente illustre nelle sue strette cerchie dava un maggiore rilievo. Un noto pittore che lavorò a corte fu Andrea Mantegna, denominato pittore di corte, egli lavorò a diverse opere, fra cui i celebri affreschi della Camera degli Sposi del Castello di San Giorgio a Mantova.

800px-Perugino,_lotta_tra_amore_e_castità_1

Sono tanti i nomi dei maestri, celebri pittori di ogni tempo che hanno ruotato intorno alla corte, per citarne qualcuno pensiamo a Pietro Perugino che lavorò per conto di Isabella d’Este, alla realizzazione dell’opera a tempera su tela intitolata Lotta tra Amore e Castità, che decorò il suo studiolo, oppure al maestro veneziano Tiziano Vecellio che realizzò numerose opere a corte, fra cui la tela della Madonna del Coniglio, o ancora a Pieter Paul Rubens che realizzò la famosa Trinità adorata dalla famiglia Gonzaga.

Peter_Paul_Rubens_-_The_Gonzaga_Family_Worshipping_the_Holy_Trinity_-_WGA20179

error: Content is protected !!